martedì 9 gennaio 2018

giovedì 14 dicembre 2017

ANALISI DI UN SUCCESSO....mancato!

Se misuriamo il successo di un prodotto solo per il numero di vendite, senz'altro il mio Dolomiti 3D ha fatto "Flop".
Se analizziamo il perchè, a detta di molti, l'unico imputato rimane solo il prezzo dello scenario...
Ma non è del tutto vero, ed ecco perchè:
1) Tutte le recensioni, peraltro molto obiettive, hanno definito il Dolomiti 3D uno dei migliori scenari costruiti per X-Plane (qualcuno anche per FSX e P3D) quindi non è una questione di qualità, anzi è stata più volte marcata. ... ne deriva che un prodotto di qualità deve anche avere un costo proporzionato.
2) Le dimensioni dello scenario, che comprende 5000 kmq., è pari ad almeno 3 -4 scenari convenzionali che normalmente costano tra i 20-25€ quindi un valore complessivo di almeno 80-100 €...senza guardare la qualità. Ricordo che in questo scenario ci sono 4 aeroporti e 40 piazzole elicottero.
3) Per costruire uno scenario di queste dimensioni ci sono voluti 2 anni e migliaia di ore di lavoro.
4) Purtroppo la nota dolente è l'esoso costo delle ortofoto. Solo la zona del Dolomiti 3D è costata 20.000 € che pesano terribilmente sulla bilancia. Questo è dovuto al fatto che non esiste concorrenza, quindi i proprietari delle ortofoto, che non è lo Stato, fanno il prezzo che vogliono. Ma il paradosso è che le stesse ortofoto così come sono non vanno bene e occorrono decine di ore di rielaborazione per migliorarne la qualità.
5) Ho avuto più volte la conferma, anche nei vari forum di simulazione, che il prezzo dello scenario vale ogni centesimo speso. Questo mi ha fatto molto piacere.
....Ma allora... in conclusione l'unico che ci ha guadagnato(e non poco) è il proprietario delle ortofoto, senza aver fatto nullla, anzi...

Sono 10 anni che costruisco scenari di montagna e donati quasi sempre gratuitamente a tutti coloro che ne facevano richiesta. Solo ultimamente, visto anche le spese sostenute, mi sono accordato con i partners per dare un valore di mercato al prodotto.
Ma che valore può avere uno scenario per simulatori di volo?
Dietro ad ogni scenario, piccolo o grande, ci sono centinaia, migliaia di ore di lavoro, lavoro specialistico di computer-grafica ad alto livello, studio per trovare tutte le soluzioni ai vari problemi che comporta uno scenario per simulazione e per X-Plane gli ostacoli da superare sono la regola.
Normalmente il prezzo di un prodotto si misura sulle potenzialità di vendite o comunque tenendo conto dei costi sostenuti, ed è qui che si presenta il problema principale.
Siamo stati abituati a considerare la simulazione di volo un hobby e alcuni ancora lo considerano un video-game, niente di più sbagliato. Per questo motivo deve costare poco (sul bilancio famigliare un video-game è spesso bandito), ne deriva che se uno scenario supera la soglia dei 20€ (indipendentemente da dimensioni e qualità) è fuori portata e il prodotto è etichettato come "molto costoso".... "fuori mercato"!
Quindi se la potenzialità di vendita è impossibile stimarla, rimane solo come unico parametro il costo sostenuto. Oltre ai già citati 20.000€, andrebbero messe in conto le ore di lavoro che se pagate con la tariffa più bassa possibile (8-10€/ora) bisognerebbe aggiungere altri 20.000€ (stima al ribasso), quindi al costo di 68€ (scenario Dolomiti 3D) per poter coprire solo le spese occorrono almeno 600 vendite. Un traguardo non impossibile sulla carta, visto che ci sono decine di migliaia di possibili acquirenti...ma non è ...e non sarà mai così! ...parlare poi di guadagno (tassabile ovviamente) mi sembra di chiedere la luna!
Questo anche per dire a chiare lettere, contrariamente a quanto detto da qualcuno, che il sottoscritto come tanti sviluppatori di scenari, non ha guadagnato 1 € .
Rimane la soddisfazione di aver fatto da zero un bel prodotto, stimato e lodato nei vari siti di simulazione...non è poco...ma non basta!

ma è così che va....scusate lo sfogo!

Alcuni siti internazionali di recensione del Dolomiti 3D:
https://flusinews.de/2017/10/review-dolomiti-3d-xplane/
https://flightdeckx.com/review-frank-daineses-dolomiti-3d/
https://www.helisimmer.com/previews/dolomiti-3d-x-plane/#disqus_thread

giovedì 30 novembre 2017

BELLUNO E DINTORNI e DIGA DI LONGARONE

Altre immagini dell'ampliamento dello scenario DOLOMITI 3D.
Prima però 2 comparazioni come è ora e come sarà la zona di Belluno dopo l'ampliamneto, prima immagine Belluno e frazioni e seconda l'Aeroporto LIDB:


Una panoramica di Belluno con sullo sfondo lo Schiara, nelle ore del mattino:
La zona dell'Ospedale :

Lo Schiara con la caratteristica "Gusela del Vescovà":
La famosa Certosa di Vedana, all'imbocco della Valle Agordina:
e infine 2 immagini di Longarone e la Diga del Vajont:

martedì 21 novembre 2017

SCENARIO BELLUNO - AMPLIAMENTO DEL DOLOMITI 3D

Come promesso, la zona di Belluno con l'aeroporto e tutta la vallata del Piave fino a Pieve di Cadore...sarà il prossimo ampliamento del Dolomiti 3D. Così sarà completata tutta la zona Sud dello scenario con la capitale delle Dolomiti Belluno.
Ecco la mappa dell'ampliamento, quasi 100 km di perimetro e poco meno di 600 Kmq di area:


Alcune immagini di Belluno aeroporto (LIDB) e della città, come potete notare ho mantenuto un alto grado di dettaglio, ormai uno standard per il Dolomiti 3D:


Entro un paio di settimane sarà in test e poi senz'altro per le festività sarà disponibile...salvo imprevisti.

giovedì 9 novembre 2017

Aggiornamenti, patch DOLOMITI 3D

Dopo alcuni giorni dal "lancio" dello scenario Dolomiti 3D, stiamo già lavorando ad alcuni aggiornamenti e patch disponibili a breve. Grazie anche alle segnalazioni di alcuni utenti provvederemo al più presto ad alcune correzioni. In realtà problemi noti già indicati sul manuale, ma sicuramente meritevoli di un intervento rapido. Si tratta di alcune zone, per la verità poche, dove alcuni edifici rimangono sollevati dal terreno, visibili solo a livello del terreno e non in volo.
Questo è dovuto al sistema usato, nella fase iniziale del progetto, per posizionare gli edifici in zone con notevoli variazioni di pendenza. Negli scenari di montagna tutto diventa molto più complicato e posizionare migliaia di edifici un problema di difficile soluzione, peggiorato dalla mancanza quasi assoluta di tools per la gestione delle stesse mesh.
Comunque nelle zone segnalate si è provveduto al riposizionamento degli edifici "uno a d uno" direttamente sulle mesh. Verrà inviata a coloro che hanno acquistato lo scenario, una email con indicato il link per il download della Patch...e le spiegazioni per la sostituzione dei files, si tratta di pochi Mega che risolvono i relativi bugs.

Come aggiornamento prossimo stiamo lavorando alla zona di Belluno città + realtivo aeroporto, la zona di Longarone con aggancio al Cadore, che si aggiungerà nel grado +46+012 e colmerà tutta l'aera sud del grado, aggiungendo altri 600 kmq. di zone dettagliate. Insomma il progetto va avanti...

Abbiamo avuto molte critiche riguardo al prezzo dello scenario. Come avevo già spiegato in altre occasioni, le spese sostenute e le dimensioni dello scenario hanno condizonato un po' il costo e purtroppo in Italia, dove la tassazione (IVA 22%) è molto pesante, non ci ha certo facilitato.
Uno "scenario pay" con molti dettagli (aeroporto + zona circostante)normalmente di pochi Kmq, ha un costo medio tra i 20-30€. Dovete considerare che il Dolomiti 3D è almeno 5 volte le dimesnioni di uno scenario medio e con un dettaglio pagargonabile. Capisco che oltre 80€ è una cifra non trascurabile, ma le ore di lavoro ( 2 anni ) , le risorse necessarie per la sua realizzazione non saranno mai compensate
.... qualcuno mi ha anche detto:"ma allora chi ve lo fa fare? (domanda pertinente) ...certamente la passione e il desiderio di simulare al meglio lo spettacolo della natura, simulare solo l'aspetto aereo-avionica è senz'altro interessante ma poter dare uno sguardo fuori dal finestrino e vedere un bel panorama rende la simulazione un momento di piacere e di grande impatto emotivo.
Grazie a coloro che hanno scelto il Dolomiti 3D e ...buon divertimento!