lunedì 29 settembre 2008

Una bella serie di foto del "nuovo" Monte Rosa

Devo dire che è proprio un gran massiccio. Anche quando sono salito sulla Gnifetti (tanti anni fa) me ne ero reso conto. Costruendo tutto lo scenario in effetti le dimensioni sono veramente notevoli (non per niente lo si vede da Milano, enorme, imponente).
Ecco una serie di foto che illustrano il lavoro svolto finora e si riferiscono a tutta la zona EST, SUD-EST e la vista dal Col del Lys.

Le cime principali del gruppo e anche le più frequentate. Le altitudini sono tutte abbondantemente superiori a 4000 mt.

Una visione con in primo piano la Piramide Vincent, questa cima è la più visibile dal Rif.Gnifetti (4215 mt.)
La prossima è il gruppo Liskamm con le due cime, Occidentale (4481 mt.)e la più alta Orientale (4527 mt.)(scusate ma nella foto ho invertito i nomi)

Finalmente la parete EST, grandiosa, enorme, ricorda un po' l'Himalaya, con una impegnativa via di salita mista tra ghiaccio e roccia.

Un'altra immagine con una vista un po' da Sud-Est

Una vista ravvicinata della parete EST.

L'ultima immagine è la zona SUD-EST, in pratica la visione da Alagna (Val Sesia)

Da queste immagini vi siete resi conto della grandiosità del massiccio.
Il lavoro è ancora lungo, le foto sono solo una parte del gruppo, mancano ancora molte zone, ho cercato di tenere molto alta la risoluzione e considerando il materiale che ho a disposizione, non è stata una impresa facile.
Per quanto riguarda il Download dell'Eiger...siamo a quota 50, un bel numero di amici mi ha scritto (vi ringrazio), insomma il "Club" si allarga.

giovedì 25 settembre 2008

Uno scenario maestoso: il Monte Rosa

Chi non ha visto il Monte Rosa?...Penso che sia la montagna più vista in assoluto (da noi Italiani ovviamente). Pensate che è visibile perfino dalla pianura padana, da Milano, da Malpensa poi è quasi "dietro casa"...insomma da quasi tutto il Nord occidentale. Un massiccio imponente, maestoso, con numerose cime oltre 4000 mt.
Già alcuni mesi fa avevo "costruito" una prima versione, direi a bassa risoluzione ma accettabile. Comprende varie vallate, dal Piemonte, Val d'Aosta e Svizzera fino a Zermatt a nord.
Ecco 2 immagini della prima versione, una vista da Sud, il versante Italiano :

e la seconda una visule da Nord, il versante Svizzero, sullo sfondo il Cervino (vers.1)

Alcuni amici mi hanno detto che questa versione era già molto buona, non occorreva una seconda versione. In effetti guardando le due foto, la risoluzione sembrava già sufficiente. Ma avvicinandosi un po' si iniziano a notare le tipiche immagini sfocate e con la quasi assenza di particolari.
In queste serate ho iniziato a lavorare sulle due cime più rappresentative: il Liskamm (4527 mt.) e la Dufour (4633 mt.).
Le due prossime immagini sono una comparazione tra la prima e l'attuale versione (in costruzione), come vi dicevo la seconda versione sarà in alta definizione, ed ecco il risultato.

La differenza è già evidente, nel piccolo riquadro in basso il riferimento reale della Nord del Liskamm.
La seconda immagine è la cima più alta del gruppo la Dufour (4633 mt.), il versante Sud, dove si svolge la via normale di salita.

Anche in questo caso la prima vers. è molto carente in particolari, nella seconda invece la roccia è ben visibile e molto nitida.
Il lavoro sarà molto lungo, basta pensare che ci sono 14 cime sopra i 4000 mt., i versanti Nord e Sud con dimensioni enormi e il versante Est (Alagna) molto impegnativo.
Ricordo ancora che per avere i downloads (dall'Eiger in poi) basta scrivermi e vi sarà subito dato il link. (Non vi sono ovviamente tempi limite)... vi aspetto numerosi.

lunedì 22 settembre 2008

Progetti e precisazione per il Download

Volevo dirvi semplicemente un GRAZIE per le belle lettere che ho ricevuto. Spero che lo scenario dell'Eiger vi sia piaciuto.
Trovare tanti amici "compagni di viaggio" dove scambiare impressioni e anche qualche piccolo consiglio è sempre meglio che uno "sterile" e frettoloso download. Si è creato così un rapporto più vero anche se in un mondo virtuale. Non è necessario (per chi si è fatto conoscere) scrivermi ogni volta che ci sarà un download, sarà mio dovere inviare subito il link per il Download (una specie di club di amici degli "scenari Alpini").
Aspetto certamnete tanti altri appassionati ...fatevi vivi!
Per i prossimi progetti. Proprio questa sera ho iniziato la seconda versione del Monte Rosa, sarà molto più dettagliata e realistica. Seguirà tutta la zona che va da Zermatt verso il Cervino (Dent Blanche...) per completare così tutta la regione tra il Monte Rosa e il Monte Bianco.

sabato 20 settembre 2008

EIGER e & in Download

Come detto il download dell'Eiger è pronto.
E' sufficiente inviarmi la richiesta via e-mail (daifran@libero.it) e avrete subito il link per il Download. Spero di potervi conoscere in tanti, una curiosità legittima, in fondo tutti vorremmo conoscere i "compagni di viaggio".

Ecco la mappa per la localizzazione facile dello scenario:


E' ovviamente nella bellissima Svizzera, il punto di riferimento è Grindelwald e Interlaken che ha anche un aeroporto militare, da dove si può decollare con un picccolo aereo, poi dirigersi subito verso Sud e troverete l'EIGER e &!
Vi aspetto...e Buon volo!

giovedì 18 settembre 2008

EIGER e & in video

Il video dell'Eiger e & (Monch e Jungfrau) è pronto.
Ho dato un po' più spazio, come era ovvio, alla tenebrosa parete Nord dell'Eiger.
Il giro del "Maule" è però completo anche verso il ghiacciao a Sud, per poi tornare (ore del mattino) sulla parete Nord che con i suoi 1800 mt. di parete strapiombante incute veramente paura.




Nei prossimi giorni il Download. Vi dicevo della novità. Allora visto che ormai il Blog è visitato da un piccolo gruppo di fedelissimi, desidererei conoscervi e sapere cosa ne pensate di questi scenari, avere suggerimenti, commenti e quant'altro...
Basta scrivermi, la mia e-mail l'ha conoscete, comunque eccola "daifran@libero.it"
e vi indicherò il Link per il Download sempre tutto gratuito.
Penso di non chiedere "la luna" con questa mia richiesta, inoltre conoscere direttamente chi condivide la stessa passione penso sia assolutamente legittimo.

Tento una traduzione "semi-automatica" di quest'ultimo messaggio per gli amici Americani, Europei, e altri continenti.

In English.
In the next days the Download. Then considering that by now the Blog is visited by a small group of faithful, I would desire to know you and to know what you think of it of these scenery , to have suggestions, comments and other...
All it takes is writing me, my e-mail "daifran@libero.it"
and I will point out you the Link for the Download, always all free.
I think about not asking " the moon", besides to directly know, who shares the same passion, I think both absolutely legitimate.

En español.
En los próximos días el Download. Entonces visto que ya el Blog es visitado por un pequeño grupo de fieles, desearía conocervos y saber cosa pensada de estos escenarios, tener sugerencias, comentarios y otro...
Basta con escribirme, mi e-mail "daifran@libero.it"
y os indicaré el Enlace por el Download, siempre todo gratuito.
Creo no preguntar la luna, además conocer directamente, quién comparte la misma pasión, pienso sea absolutamente legítimo.

En Français.
Dans les prochains jours le Download. Alors vu que le Blog est visité par un petit groupe maintenant de fidèles, je désirerais vous connaître et savoir ce que vous en pensez ces décors, avoir suggestions, commentaires et autre...
Il suffit de m'écrire, mon e-mail "daifran@libero.it"
et je vous indiquerai le Link pour le Download, toujours tout gratuit.
Je pense ne pas demander "la lune", en outre connaître directement, qui partage la même passion, je pense je sois légitime absolument.

In Deutsch.
In den nächsten Tagen der Download. Dann daß nunmehr wird der Blog von einer kleinen Gruppe von treuste besucht, wünsche ich euch zu kennen und wissen, was ihr an davon von diesen Szenerien denkt, Räte, Kommentare und anderes haben...
Es genügt, mich zu schreiben, mein E-mail "daifran@libero.it"
und ich werde euch auf den Link für den Download zeigen, immer völlig kostenlos.
Ich denke, den Mond nicht zu fragen, desweiteren direkt kennen, derjenige es die gleiche Leidenschaft teilt, ich denke sowohl absolut legitim.

martedì 16 settembre 2008

Uno scenario complesso

Lo scenario dell'Eiger si sta dimostrando più complesso del previsto.
L'idea iniziale era limitata alla parete Nord, poi piano-piano si è aggiunto il Monch, la Jungfrau, il Finsterahorn , tutto il versante Sud (ghiacciai enormi), un po' di versante Nord con Grindelwald ... e così mi ritrovo a gestire almeno 10 grossi "fogli di lavoro" di 8000x8000 pixel! Ho lasciato l'Himalaya per ragioni legate alle grandi dimensioni degli scenari e ... il risultato è stato ancora peggio!
Però penso di aver fatto una scelta molto interessante e di sicuro impatto!
Ecco altri screenshots :

Una bella immagine del Monch e della Jungfrau con un po' di nuvole, nelle ore serali le pareti sono meglio illuminate.

Qui si preannuncia una "bella" giornata temporalesca, le nuvole nere non danno speranza!
Nella prossima invece...dopo il temporale, un cielo blu spettacolare!

Ed ecco il Finsterarhorn, nome difficile ma la piramide della cima(la più alta del gruppo con 4227 mt.) è veramente spettacolare.

Vista dal ghiacciao a Sud, le tre cime più importanti del gruppo.

Come vedete ci stiamo avvicinando alla conclusione, almeno per quanto riguarda le dimensioni. Entro qualche giorno le solite verifiche, il video e la preparazione dei "pezzi" per il download. A questo proposito volevo dirvi che da questo scenario cambierò sistema, il download sarà sempre gratuito ma con qualche piccola novità.

venerdì 12 settembre 2008

Altre immagini del Gruppo Eiger-Monch-Jungfrau

Altre immagini del gruppo Eiger-Monch-Jungfrau. Lo scenario si sviluppa per ora in prevalenza verso Sud e comprende altre cime tra i 3500-4200 mt. Il ghiacciaio è molto grande e si estende quasi come un altopiano di ghiaccio e roccia per molti Km. verso sud.
Ecco alcune immagini del gruppo :

Oltre all'Eiger e al Monch è visibile sullo sfondo il Finsteraarhorn (4273) la vetta più alta del gruppo (poco famosa ma una bellissima piramide)
Seguono altre 2 immagini con in primo piano la parte Nord dell'Eiger vista dall'alto, è sempre impressionante e "tenebrosa".


Altre 2 immagini di comparazione con foto reali, la prima il Monch (4107) visto dalla Jungfrau:

la seconda una visone più completa: Eiger e Monch viste da Nord-Ovest

Come vi avevo anticipato il lavoro è ancora molto lungo, manca una parte della zona a Nord , completamento della Jungfrau, molte rifiniture della zona Sud...insomma si procede tra difficoltà (particolari, dettagli, georeferenza...) e il poco tempo a disposizione, penso di terminare lo scenario entro settembre.

giovedì 4 settembre 2008

Eiger - Monch - Jungfrau

Una bella triade, tutta Svizzera, delle stupende montagne con caratteristiche diverse, tutto ghiacciaio a Sud e pareti rocciose e strapiombanti a Nord (un po' speculari rispetto alle Alpi Italiane).
ecco le prime immagini dello scenario con le Tre Cime: La prima a sinistra, la terribile parete Nord dell'Eiger (3970 mt.), al centro il Monch (4107 mt.) e all'estrema destra la Jungfrau (4158 mt.)

Una ripresa da Ovest, con in primo piano la Jungfrau

Dal lato opposto, da Est con in primo piano la Nord dell'Eiger e la cresta "a lama"

La prossima immagine è una comparazione tra il reale (nel riquadro a destra) e la Sud dell'Eiger rielaborata da me in FSX.

Una visione poco consueta, la Sud del Monch, come detto prima tutto ghiacciaio, quasi un altipiano ghiacciato di oltre 3000 mt.

E per finire un immancabile tramonto sulla "triade"

Lo scenario, come già preannunciato comprende anche tutta la zona Sud e si estende anche lateralmente fino a comprendere il Finsterahorn, un altro 4000 a Sud-Est dell'Eiger (in fase di "costruzione")

martedì 2 settembre 2008

Ritorno in Europa : in Svizzera nell' Oberland Bernese

Dopo la parentesi Himalyana si ritorna in Europa. In Himalaya ci tornerò quando ci sarà più materiale fotografico disponibile.
Allora in Europa, come vi avevo anticipato, mi sono tarsferito nella bellissima Svizzera, nella zona dell'Oberland Bernese a Grindelwald. Qui, su dolci e verdi pascoli, si affaccia la più temibile e affascinante parete Nord delle Alpi:l'EIGER.
Eiger tradotto in italiano "Orco"...e a ben ragione vista la triste fama che questa montagna si è portata per tanti anni. E' stata conquistata nel '38 da una cordata tedesco-austriaca (perfino Hitler all'epoca consacrò questi alpinisti come eroi).
La storia più recente ha visto crollare record su record, addirittura salita e discesa della Nord in poche ore e con attrezzatura minima. Ad essere sincero questi "record" sono da considerarsi più come "imprese circensi", grandiose dal punto di vista tecnico...ma di certo fanno perdere un po' di fascino, quello spirito eroico (forse d'altri tempi) ma che dava il vero "sapore" della conquista.
Dopo questa dovuta premessa, veniamo allo scenario per FSX. Dico subito, che anche in questo caso l'impresa non è da poco, per l'ormai arcinoto problema delle pareti verticali..e l'Eiger con la sua "terribile" e strapiombante parete Nord di 1800 mt. è l'esempio più eclatante.
Ecco come si presenta nello scenario di default di FSX

Ovviamente molto anonima, noterete le frecce rosse che indicano le zone dove le texture applicate subiranno l'effetto "slavato" tipico in FSX delle pareti verticali. Quindi qualunque texture applicata su quelle zone sarà molto poco realistica e per di più molto sfocata, anche a distanza ravvicinata.
Utilizzando le più comuni ortofoto, solo a titolo di esempio, il risultato è senz'altro migliore ma non ancora all'altezza di uno scenario realistico.Ecco la foto di esempio:

Tempo fa avevo avuto modo di vedere il bellissmo pacchetto di tutto lo scenario della Svizzera (Swiss professional per FS9) anche in quel caso l'Eiger aveva un aspetto un po' sfocato, anche se molto valido come scenario, ecco l'esempio:

Indubbiamente la soluzione del problema è molto complessa, da un punto di vista tecnico quasi insuperabile, ma con un po' di elaborazione si possono ottenere discreti risultati.
L'esempio che segue è ovviamente da considerarsi una versione "Beta", in quanto sempre in fase di studio e rielaborazione, ma per ora rappresenta il miglior risultato. La Nord dell'Eiger alta 1800 mt. è una parete per la maggior parte sempre al buio, pochissimo sole (in estate solo dopo le 17), quindi ha spesso un aspetto nero, scuro, tenebroso che la rende ancor più temibile. L'applicazione delle texture fotografiche è molto complessa, occorrono diverse prove e controprove per avvicinarsi un po' alla realtà, tenendo conto che siamo in un semplice simulatore di volo e non in uno scenario 3D professionale. Ecco un primo esempio

Come potete vedere il risultato è discreto, lo scenario comincia ad avere un aspetto più realistico, pur mantenedo i "difetti insolubili" di FSX. La cima a destra è il Monch (4107 mt.)
Sotto, sempre la stessa posizione vista con un altro tipo di meteo (leggera foschia)

E per finire una mia elaborazione con nuove texture meteo (REX) che sarà a breve disponibile per FSX.

Insomma l'impegno è notevole...il lavoro continua!