mercoledì 29 ottobre 2008

Sulla Barre...non è sempre bel tempo!

Il progetto sta avanzando. Ho quasi completato tutta l'area del Parco, la zona è vastissima. Seguirà un grosso lavoro di rifinitura che mi porterà via parecchio tempo.
Comunque è uno scenario con moltissime cime e ne vale veramente la pena.
Questa sera, visto anche il mal tempo qui in pianura padana, ho pensato di inserire qualche screenshot della Barre des Ecrins con nuvoloni minacciosi, utilizzando il semplice meteo di FSX. La prima immagine è con luci pomeridiane:

La stessa zona con luci del mattino:

Sempre con tempo brutto, ma qui siamo sul versante Sud, dove spicca la grande parete della Barre

Virando verso Ovest, ecco il versante Sud-Ovest della Barre

Finalmente le nuvole incominciano a diradarsi, ecco il versante Nord

Ed ecco tornato il sereno, un pieno sole per il versante Sud

La zona che avete visto è solo una piccola parte dello scenario, per ora è quella più completa, tutte le altre zone sono ancora in fase di rifinitura.

domenica 26 ottobre 2008

Progetto Barre des Ecrins

Dopo attenta valutazione di tutta la zona del Parco des Ecrins, dove la Barre des Ecrins domina con i suoi 4103 mt., ho preso una decisione importante: cercherò di "costruire" tutto il gruppo, con le centinaia di cime e molte di queste superiori a 3500 mt. Certo sarà un lavoro immenso. L'effetto finale sarà notevole. Per la qualità dello scenario,avrò, come ovvio, molta attenzione alla zona della Barre e delle cime più alte, utilizzando tutto il materiale fotografico che ho analizzato in queste serate.
Il territorio del parco nazionale des Écrins (91.800 ettari), possiede 740 km di sentieri numerati e segnati ed una trentina di rifugi alpini. Come detto, enumera un centinaio di montagne più alte di 3.000 metri ed una quarantina di ghiacciai (i quali coprono circa 17.000 ettari).
Avevo promesso qualche screenshots...come biglietto "inaugurale" ecco le prime immagini della Barre des Ecrins by Frank:


Nelle prossime serate le altre foto; prevedo per tutto lo scenario un impegno tra i 15-20 giorni circa, salvo imprevisti.

giovedì 23 ottobre 2008

La Barre des Ecrins: il 4000 del Delfinato

La Barre des Écrins (4.103 metri) è la vetta più alta del Massiccio des Écrins. Fa parte delle Alpi del Delfinato. È il quattromila alpino più occidentale e più meridionale ed è l'unico interamente in territorio francese tra i dipartimenti dell'Isère e delle Alte Alpi, in località Pelvoux.
La Barre des Écrins è accompagnata da due vette vicine:Dôme de neige des Écrins (4.015 mt.) separato dalla Barre dalla cosiddetta Brèche Lory; Pic Lory (4.086 m) il quale è comunemente considerato come anticima della Barre stessa.
La Barre des Écrins è tradizionalmente salita a partire dal fondo della vallata d'Ailefroide. L'itinerario, per la via normale, consiste nel raggiungere prima il più basso e poi il più alto dei Rifugi des Êcrins. Lasciato il secondo rifugio si tratta di risalire integralmente il Ghiacciaio Bianco. Arrivati alla Brèche Lory (3974 m, punto di separazione tra la Barre ed il Dôme) seguendo la cresta finale si arriva alla cima. Le difficoltà sono solo su ghiaccio, è anche possibile salire direttamente la parte finale, una sorta di direttissima, per accorciare l'ultima parte senza passare per il Dome de niege.
Veniamo allo scenario: si tratta di un grande gruppo Alpino, annovera almeno una trentina di cime tra i 3000 e i 4000 mt., come vastità potrebbe essere secondo solo al Monte Rosa.
Ecco la foto della zona in FSX, vista dall'alto:

Come vedete, tutta la zona bianca rappresenta il gruppo des Ecrins dove è inserito il Parco des Ecrins, un po' come il nostro Gran Paradiso. Le dimensioni potete immaginarle facilmente, provate a sorvolare tutta la zona come è di default in FSX e vi renderete conto della vastità del gruppo. Il Delfinato si trova ad Ovest del Piemonte quasi alla stessa altezza di Torino leggermente più a Sud. Se siete curiosi guardate qualche immagine della Barre (da Google/immagini)
Nei prossimi giorni le prime immagini dello scenario di questa spettacolare montagna.

mercoledì 22 ottobre 2008

Prossimo scenario: novità assoluta

Visto che avevo bisogno di nuovi stimoli...ho cambiato programma. Uno scenario completamente nuovo, nessun rifacimento, nesssun restyling, una zona mai esplorata. Di che montagna si tratta? Lascio a voi indovinare.
eccola:

L'immagine che vedete è quella "grezza" di FSX ma già con le mesh.
Qualche aiutino, non è in Italia, non è in Asia nemmeno nelle Americhe...quindi è ancora in Europa e non è Svizzera... è alta più di 4000 mt. e devo dire che è una cima molto bella e ambita! Quale scenario sarà?
Chi indovina sarà il primo ad avere il Download (ovviamente quando sarà finito).

martedì 21 ottobre 2008

Alcune iniziative , curiosità e suggerimenti

Non capita spesso di avere un po' di celebrità e pubblicità senza fronzoli ma essenziale. L'iniziativa dell'amico Mauro, autore di un bellissimo sito (volareavista.it) mi ha dato un'ottima opportunità per far conoscere, un po' a tutti, alcuni aspetti del mio lavoro (hobby naturalmente) di "sceneggiatore per FSX".
Vi suggerisco quindi di visitare il sito di Mauro, troverete molti suggerimenti per il volo a vista e anche nella sezione Download interessanti addons come le aviosuperfici di varie zone d'Italia.
Come vi dicevo, Mauro ha avuto una brillante idea e ha creato un inserto speciale, come una rivista vera e propria che offre spesso degli approfondimenti interessanti e anche curiosità varie. Vi lascio il link al sito e all'inserto speciale.
Approfitto di questo spazio per ringraziarlo della sua disponibilità.

Una seconda notizia: ho ricevuto da alcuni amici Luca e Alberto, autori di un nuovo sito per gli addons freeware per FSX, l'invito a partecipare come autore di addons (scenari nel mio caso) alle loro iniziative. Abbiamo iniziato quindi una collaborazione. Ho dato loro alcuni link per il download di alcuni miei scenari che sono stati e ancora tuttora in molti "circuiti internazionali" (Avsim,Flightsim,Simviation...). Insomma anche nel loro sito troverete molte notizie, possibilità di vari Download di qualità, foto, filmati, un po' tutto quello che vi può servire ...e anche un po' di Frank.
Per tutti gli altri scenari continuerò io direttamente la gestione, come ultimamente suggerita.
Domani sera vi darò le notizie del mio prossimo scenario: sarà una SORPRESA!

lunedì 20 ottobre 2008

Monviso vers.2 : pronto il Download

Eccoci alla seconda versione del Monviso, questa volta in alta definizione.
Come detto, metto il download diretto visto che si tratta di un solo file bgl che va aggiunto agli altri files bgl già presenti nella precedente versione.
Per chi non avesse il Monviso prima versione, basta richiedermelo e verrà dato il link del Monviso che comprende già anche la seconda versione.
Ecco la mappa per una facile localizzazione, aeroporto di riferimento Caselle di Torino.


Ed ecco il LINK
Ricordatevi che è un file bgl e va aggiunto a quelli presenti nella subcartella scenery della cartella Monviso, DEVE essere messo in testa prima degli altri files bgl già presenti (se no NON si vede la seconda versione). Per chi non avesse la prima versione,è obbligatoria per poter completare lo scenario, basta richiedermela.
Buon volo sul Monviso!

domenica 19 ottobre 2008

Video del Monviso vers.2

Un piccolo video del Monviso versione 2, per verificare la qualità del dettaglio.
In questa seconda versione ho spinto la definizione ai limiti di FSX, come avevo fatto per il Cervino in UD (ultra-definizione). Ovviamente il tutto è subordinato anche alla qualità delle mesh che sono buone ma non eccezzionali, è un po' carente infatti , come già detto, il famoso "dado" della parete Ovest. Inoltre il materiale fotografico era molto buono solo per la Nord-est un po' meno per le altre pareti.




Come al solito per chi volesse gustarsi il video in HD ecco il LINK per il download.
Entro un paio di giorni sarà pronto il download. A questo proposito, visto che si tratta di un completamento della prima versione, metterò il link direttamente dal Blog.

sabato 18 ottobre 2008

altre immagini del Monviso

Ormai siamo verso il completamneto di questa seconda versione del Monviso.
Completate le altre due pareti, la Ovest e la Sud.
Il versante Ovest è caratterizzato dal famoso "dado", una roccia molto prominente che fa un po' da seconda cima. Purtroppo la definizione LOD11 non è stata tanto precia a rigurado,ho cercato con un gioco di ombre di renderlo più visibile, più di così non è stato possibile.

Il versante Sud, è completamente diverso dagli altri, roccia friabile a blocchi con un colore più carico tendente all'ocra, è la "normale" via di salita, una salita impegnativa e con difficoltà varie, molta attenzione alla caduta pietre...


Sotto un'altra immagine della Nord-est (da vicino), la "facciata" più famosa del Monviso, come vi dicevo è la più visibile in assoluto (il nome Monviso deriva proprio da questa sua "super visibilità")la si può notare da molto lontano anche da centinaia di KM. Io ricordo di averla molto ben notata sia dalla cima del Gran Paradiso che dallo stesso M.Rosa.


Domani sera ci sarà un piccolo video di presentazione di questa stupenda montagna e poi il Download nei prossimi giorni.

venerdì 17 ottobre 2008

IL Re di Pietra : il Monviso in UD

La montagna che domina con i suoi 3841 mt. tutta la vallata di Torino, visibile da tutta la pianura padana occidentale, un simbolo per i Piemontesi,...meritava una rielaborazione in "ultra-definizione" analoga a quella del Cervino. Come dicevo, l'amico Dario mi ha molto aiutato a trovare foto di qualità per riuscire a creare un dettaglio simile a quello del cervino UD.
Ecco come si presentava la parete Est Nord-est nella prima versione, fatta alcuni mesi fa:

Non era male, veniva utilizzato per la prima volta un foglio di lavoro molto grande, il dettaglio era discreto visto da una certa distanza.
Ed ecco la stessa parete con grande dettaglio, la versione UD.

Da questa distanza è già visibile la nitidezza della roccia, poi se ci avviciniamo, la definizione è ancora più elevata a differenza della vers.1
Ecco un esempio di volo quasi radente alla parete:

Altre due immagini della parete Nord-Est (quella visibile da Torino) in UD

La parete Est sempre in un "incontro ravvicinato", ben distinguibile la separazione netta tra roccia e neve.

Altra bella immagine della parete Nord con un grande dettaglio.
Il lavoro per ora è riferito a queste due pareti, sto cercando un parziale rifacimento della Ovest e della Sud, almeno in parte in quanto le foto a disposizione di questi due versanti, sono poche e non tanto dettagliate.

giovedì 16 ottobre 2008

Programmi e progetti futuri

Ho ricevuto diverse e-mail di complimenti e vi ringrazio tutti, ma anche molti mi hanno chiesto quali sono i progetti futuri. Legittima curiosità che cercherò di soddisfare.
Allora in queste sere sto lavorando alla parete EST NOrd-Est del Monviso, grazie anche all'amico Dario che mi ha fornito molto materiale fotografico con un buon dettaglio. Quindi a breve ci sarà un quasi nuovo Monviso con qualità molto elevata di dettaglio. A questo proposito invito tutti gli amici che mi hanno scritto, se sono in possesso di buone foto dettagliate, magari di qualche importante cima, di inviarmele.
Ritornando alle Alpi e sempre nella zona tra Zermatt e la Grand Combin farò un restyling di alcune cime come la Dent Blanche e altre.
Nella zona del gruppo del Bernina un restyling della parete Sud e del Pizzo Disgrazia.
Nella zona Ortles-Cevedale un rifacimento un po' generale con maggior dettaglio.
Nella zona dolomitica, rifacimento della parete Est del Civetta in alta definizione, lo stesso per la parete Nord del Pelmo e la Est del Sassolungo.
In Himalaya l'Annapurna e il Manaslu...e infine un tentaivo ,almeno quello, sul Cerro Torre in Patagonia.
Come vedete ce ne sono per tutti i gusti, ormai cerco di dare in ogni scenario, una qualità molto elevata di dettaglio, questo comporta tempi un po' più lunghi di lavoro ma senz'altro con un risultato e un "impatto visivo" notevole.
Quindi , non mi rimane altro che ...rimboccarmi le maniche, meglio dire "mano al mouse" e partire!
Se qualcuno ha qualche particolare interesse per alcune zone e magari ha anche materiale fotografico mi contatti.

martedì 14 ottobre 2008

Spiegazioni e soluzioni per alcuni problemi

Intanto ringrazio tutti coloro che mi hanno scritto e sono rimasti soddisfatti del mio ultimo lavoro: il Monte Rosa.
Qualcuno mi ha anche fatto presente alcuni problemi nella visualizzazione. Prima di tutto la comparsa nelle zone periferiche di strisce blu, tipo acqua, che circondano a corona lo scenario. La spiegazione è questa, almeno molto verosimile:
Per ottenere gli effetti sfumati nelle zone periferiche devo necessariamente utilizzare un effetto che si chiama alpha-channel che permette una graduale trasparenza della zona periferica. Poi il tutto va ricompilato con il famoso "resample.exe" della MS per trasformarlo in file bgl e quindi inserito nel simulatore.
Questa è la procedura a grandi linee; evidentemente può succedere qualcosa in qualche passaggio, magari non ancora perfezionato, che viene poi interpretato dal simulatore come acqua. Anche FSX non scherza in macchie, ombre improprie e quant'altro.
Soluzione: la più ovvia, mettere a "zero" l'effetto acqua (nelle impostazioni video-scenari), almeno quando si sorvolano le zone alpine. A questo proposito, qualcuno mi ha anche chiesto perchè i laghetti di montagna non hanno gli effeti d'acqua. Il motivo è sempre lo stesso, senz'altro troverò una soluzione più adatta e appropriata, per ora , visto che nessun idrovolante riesce ad "ammarare" in una pozzanghera, ci accontentiamo.
Un altro problema che mi è stato riferito riguarda alla scomparsa dell'autogen (per chi aveva magari "addon" payware) nelle zone dello scenario. Tutti sanno che il photoreal non contempla l'autogen, ma è anche possibile farselo da soli con addon specifici, tutti payware che trovate facilmente in rete.
Un ultimo problema i passaggi "bruschi" tra i vari pezzi di scenari. In effetti uno dei motivi della sfumatura graduale era proprio questo, ma non è possibile dappertutto, poi in molte situazioni non è opportuno.
Comunque sicuramente abbiamo margini di miglioramento e piano-piano anche questi problemi troveranno una soluzione.

domenica 12 ottobre 2008

Tutto OK!: il Download del Monte Rosa è in arrivo!

Ed eccoci al "lancio" del nuovo Monte Rosa. Devo ringraziare il carissimo amico Dario che si è prestato con molta disponibilità, alla valutazione in "beta-tester" dello scenario.
Per chi fa già parte del "club" o meglio della "cordata di amici" (in pratica chi mi ha già richiesto l'Eiger) riceverà a breve una e-mail con il link per il Download.
Chi ancora non mi avesse scritto, ovviamente può farlo in ogni momento e riceverà il link di tutti gli scenari che avrà scelto.
Ecco la mappa dello scenario per una facile localizzazione: l'aeroporto di riferimento è Aosta, poi virare a Nord-est.

Consiglio sempre un volo in piene stagione estiva, per vedere bene il versante EST è preferibile un orario mattutino (ore 8-10), per il versante Ovest (15-17)
A questo punto ...un Buon volo sul Monte Rosa!

giovedì 9 ottobre 2008

IL video del "nuovo" Monte Rosa

Ed ecco il video del nuovo Monte Rosa. Una visione di insieme del grande massiccio che conta ben 14 cime sopra i 4000 mt, con la Dufour, la cima più alta,di 4633 mt., la seconda dopo il M.Bianco.
Lo scenario è molto grande, si sviluppa da Est ad Ovest e ha il ghiacciao più vasto della catena alpina. Un massiccio alpinisticamente molto interessante con tante vie di salita per tutte le difficoltà.




Per chi volesse vedere il video in HD (ne vale la pena) ecco il Link
Dopo le verifiche, i soliti controlli e l'inserimento dello scenario sul server, sarà pronto il Download. Vi avviserò sia sul Blog che, per chi mi ha già scritto, via e-mail.

mercoledì 8 ottobre 2008

Monte Rosa in fase finale

Lo scenario del Monte Rosa sta entrando nell'ultima fase. Ormai tutti i settori sono terminati. Terminata anche la zona più Occidentale (Breithorn). Già domani sera sarà possibile visualizzarlo, almeno in video.
Ecco le ultime immagini della zona più occidentale.

Sullo sfondo, dal Cervino fino al Monte Bianco. Nella prossima immagine un bel primo piano del Castore e Polluce, altri due 4000 molto frequentati (trofeo mezzalama).

Altre due immagini della zona del Castore. I ghiacciai del versante Nord (Svizzero) sono molto crepacciati, nonostante questo ci sono molte vie di salita su questo lato.


Come detto domani sera ci sarà il video, potrete così rendervi conto del lavoro svolto. In tutto ci sono volute ben 72 ore di lavoro, non è certo Tyleproxy che in poche ore permette di fare intere regioni. Se volessi raggruppare in un'unica immagine tutte le parti (fogli di lavoro) ci vorrebbero ben 15 monitor da 22" per poterla vedere intera.
Seguiranno le ultime verifiche e nei prossimi giorni il Download.

venerdì 3 ottobre 2008

Monte Rosa: immagini reali....o virtuali?

IL titolo del "post" è certamnete un po' provocatorio, ma con un po' di elaborazione e adattamneto fotografico si possono ottenere immagini molto vicine alla realtà.
Ci sono anche forum dedicati completamente ad immagini di FSX elaborate. Molti non condividono l'idea di alterare le immagini con programmi di fotoritocco, ma ogni tanto qualche "licenza estetica" ce la possiamo prendere!
Eco alcuni esempi di immagini elaborate, con protagonista il Monte Rosa (in fase avanzata di costruzione).Sono state utilizzate texture ed alcuni esempi di REX (ottimo pacchetto di addons a disposizione tra breve)

La parete ESt, maestosa e imponente come la si vede da Macugnaga. Sotto un'altra visuale leggermente spostata a Nord.

L'immagine successiva, il nostro elicottero di salvataggio alla ricerca di qualche alpinista disperso sui grandiosi ghiacciai del Rosa.

Sotto un Boeing 737/800 della Continental (partito da Malpensa, molto vicino al Rosa) sorvola a 16000 piedi il massiccio (visto da Alagna)

Le ultime 2 immagini sono con il meteo reale (veramente reale).


Dopo queste "licenze estetiche" ...ritorniamo al nostro scenario. Ormai sono verso il completamento del gruppo , manca solo l'estrema parte Ovest (Breithorn) e l'aggancio con lo scenario del Cervino. Poi seguiranno le solite verifiche, controlli di posizionamento (coordinate), alpha channel (parti sfumate), la preparazione del video e finalmente la memorizzazione sul server per il Download, tutto entro 1 - 2 settimane (in base al tempo libero a disposizione).